Archivio della categoria: Best practice

Pattern Registry PHP

Così come il design pattern singleton il pattern registry php è molto utile nella creazione delle nostre applicazioni web. Infatti questo ci permette di salvare informazioni a runtime e riutilizzarle in tutto il nostro script senza dover utilizzare variabili globali o mezzucci poco eleganti.

Di fatto $GLOBALS è un registro che svolge la stessa funzione ma Il fatto che l’utilizzo possa creare problemi di visibilità delle variabili dovrebbe farci desistere da utilizzarlo.

Il pattern registry è molto simile al singleton infatti è una classe statica mono istanza, con l’aggiunta di un array di registro e una funzione getter e setter.

Nulla vieta di mettere nel costruttore un parser di un file di configurazione, che viene caricato solo al momento del bisogno, cosa che migliora sicuramente l’overhead del nostro programma.

La prima versione dello Zend Framework fa gande uso di questo pattern, e vi consiglio di prenderci confidenza.

PHP short tags, qualche appunto

I tag PHP, e i PHP short tags sono le sintassi per avvisare l’interprete PHP che quello che segue è codice da tradurre: sono molteplici. Infatti dal classico: <?php ?> si passa al contrastato <? ?>, all’inutile <% %>, e all’esotico <script language=”php”> </script>.

A differenza di <?php ?> e <script language=”php”> </script> gli altri, per disincentivarne l’utilizzo sono attivi solo se abilitato il rispettivo parametro parametro in php.ini:

<? ?> short_open_tag
<% %> asp_tags

Ognuno di questi ha pro e contro:

Continua a leggere